Lindyhop.it

Il primo sito italiano interamente dedicato al lindy hop

La sfida

Quel pomeriggio al Savoy discutevamo del più e del meno, quando Whitey ci comunicò che un grande evento era alle porte: le big band di Chick Webb e Count Basie si sarebbero sfidate. Conoscevamo tutti Chick perchè Chick era il boss al Savoy. Count lo conoscevamo di fama. ‘ Viene da Kansas City, ed è molto bravo ‘ disse Snookie. Snookie si intendeva di musica e con il suo modo colorito di parlare, gesticolando sosteneva che Chick avrebbe dovuto guardarsi da Basie. ‘ Dovete ascoltarlo ragazzi ! ‘, disse ad alta voce mettendo un suo disco sul grammofono. Count Basie aveva un sound molto bluesy, tanto swing ma anche molto bluesy. Snookie disse che il piccolo ragazzo – riferendosi a Chick Webb – avrebbe avuto qualche problema la notte della sfida. Bill allora si alzo in piedi e con tono minaccioso disse a Snookie di non dire sciocchezze ‘ Chick non teme rivali, è il vero unico re dello swing ‘. Snookie gli rispose che un nuovo sound stava arrivando ed era il sound di Count Basie. Allora, come spesso accadeva in quei frangenti, il gruppo si divise ed ognuno disse la sua creando un certo scompiglio. Ad un certo punto improvvisamente tutti si zittirono, era arrivato Chick Webb per le prove ed aveva assistito alla scena.

Chick suonava un grande swing ma non amava particolarmente i ballerini. ‘ Mettono a soqquadro i locali e distraggono il pubblico dalla mia musica, questi jitterbugs …’. Quale affronto maggiore per il boss del Savoy, sentire che nella sua tana, c’era qualcuno che dubitava della sua vittoria contro Basie. Chick non disse nulla ma passò via sbuffando. Whitey assistette in silenzio. Chick gli passò davanti e sibilando gli disse: ‘ Hey man, non ho bisogno dei tuoi ballerini, non mi importa di cosa dicano o facciano ‘. Whitey lo guardò fisso negli occhi. ‘ Si l’ho detto, così stanno le cose, prendere o lasciare ‘, disse ancora Chick. Whitey conservò la calma ed andò via senza replicare.

La notte della sfida l’atmosfera del Savoy era elettrizzante. Avrebbe cominciato la big band di Chick Webb. Whitey prima che iniziassero a suonare diede a tutti i ballerini l’ordine di non scendere in pista a ballare. Fu un grande shock vedere la band di Webb senza i ballerini che danzavano freneticamente al ritmo del suo swing. Sicuramente la performance di Webb e della sua band ne risentirono. Whitey aveva dimostrato a Chick Webb che aveva bisogno dei ballerini.

Quando venne il momento di Basie scendemmo tutti in pista. Il Savoy esplose.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.